I dipendenti privati con contratto a tempo indeterminato hanno la possibilità di accedere a diverse soluzioni di finanziamento, Una delle opzioni più appetibili è la cessione del quinto, che permette di ottenere un finanziamento mediante il pagamento delle rate in trattenuta sullo stipendio, con versamento effettuato dal datore di lavoro. Tale prelievo non deve superare un quinto dello stipendio e ha durata prestabilita, dai 24 ai 120 mesi.

Come per tutti gli altri prestiti, anche nel caso della cessione del quinto è necessario rispettare alcune caratteristiche imprescindibili:

  • Età minima 18 anni
  • Residenza in Italia
  • Assunzione a tempo indeterminato

I seguenti documenti sono necessari

  • Un documento d’identità valido
  • Il codice fiscale
  • L’ultima busta paga
  • La Certificazione Unica (ex CUD)
  • Il certificato di Stipendio o Attestato di Servizio